Continuiamo a raccontare le esperienze e attività che i nostri studenti dell’anno accademico in conclusione stanno svolgendo in tirocinio presso le aziende, concessionarie e centri media. Oggi è la volta di Valentina Damiani, Camilla Foglia,  Mattia Ierardi, Arianna Regazzo, Laura Salamone che stanno svolgendo il loro tirocinio in team diversi all’interno di MEC.

di Valentina Damiani, Camilla Foglia,  Mattia IerardiArianna Regazzo e Laura Salamone

Il 3 maggio 2016, al termine delle lezione al Master in Comunicazione, Marketing Digitale, Pubblicità Interattiva, abbiamo iniziato lo stage curriculare in MEC (MediaEdge Cia), centro media del gruppo “GroupM”.

mec2.jpg
La sede italiana di GroupM, ad Assago (Milano)

GroupM è la più grande società di advertising al mondo in termini di fatturazioni. Con headquarter a NewYork, GroupM conta più di 21.000 dipendenti e 400 uffici a livello mondiale in 81 paesi.

GroupM è stata costituita nel 2003 da WPP Group. Al suo interno è formata da:

  • Maxus;
  • MEC;
  • Mediacom;
  • Xaxis;
  • Mindshire;
  • Essence;
  • ESP;
  • Connect

Ma partiamo dal principio. Cos’è un centro media?

Per definizione un centro media è una struttura specializzata nella pianificazione e acquisto dei media (on e off line).

In poche parole i centri media decidono insieme al cliente quanto budget allocare nelle campagne online e offline e gli obiettivi da raggiungere.

mec

Il cliente viene seguito in diverse fasi:

  • Fase Preliminare: Il Centro Media cerca di acquisire tutte le informazioni necessarie dal cliente, per poter mettere in atto una campagna di comunicazione dai risultati soddisfacenti (mercato di riferimento, abitudini dei consumatori, target di riferimento, analisi di mercato, analisi dei competitors (e loro strategie di comunicazione), strategie di comunicazione passate e presenti).
  • Fase strategica: una volta individuato il target di riferimento e il messaggio che si vuole comunicare in questa fase si decide assieme al cliente quali obiettivi raggiungere e in quali canali di Marketing investire.
  • Fase Creativa: in questa fase si decide il concept della comunicazione ovvero cosa il Brand deve comunicare con un messaggio specifico.
  • Fase di Pianificazione: in questa fase il Centro Media comunica con le Concessionarie pubblicitarie e decide in quali canali allocare il budget messo a disposizione.
  • Fase di monitoraggio: durante questa fase vengono raccolti tutti i dati per verificare l’incidenza della Campagna Promozionale sul Target prestabilito, con strategia di comunicazione pianificata, abbia portato o meno gli obiettivi prefissati.
  • Fase di reportistica: Ultima fase, presentare tutti i dati al cliente e discutere se la campagna promozionale è stata vincente.

Nello specifico, gli asset di cui si occupa MEC sono molteplici come: Analytics, Brand Partnerships, Content Marketing, Integrated Planning, Performance Marketing, Planning & Buying, Programmatic, Search e  Social. Al suo interno vi è anche la sezione MEC ACCESS specializzata in unconventional marketing.

Studenti in MEC.jpg
Laura Salamone, Camilla Foglia, Mattia Ierardi, Valentina Damiani, Arianna Regazzo sono a MEC

I NOSTRI STAGE

Valetina Damiani – Biddable Specialist

All’interno del team biddable mi occupo di gestione e ottimizzazione di campagne pubblicitarie su social network (Facebook, Instagram, Twitter, Youtube) e motori di ricerca (Google e Bing).
Il mondo della sem non era totalmente nuovo per me, avendo avuto la possibilità di partecipare alla Google Online Marketing Challenge durante il master. È stato molto utile avere una base solida su cui iniziare a costruire delle competenze professionali.
Dopo quasi tre mesi di stage posso dire di essere soddisfatta della mia scelta e dell’ambito in cui ho deciso di specializzarmi. Mi è stata data subito molta libertà e mi sono state affidate, dietro supervisone della mia tutor, alcune campagne di clienti importanti, grazie alle quali sto imparando al meglio sia a impostare e implementare una strategia efficace sia a relazionarmi con planner e clienti. Lavoro in un ambiente giovane e stimolante; sono molto contenta di essere qui, penso che uno stage in un centro media del calibro di MEC permetta di interfacciarsi con molte realtà e clienti diversi al fine di apprendere al meglio le dinamiche del mondo dell’advertising.

Camilla Foglia – Media Planner

L’ambiente pubblicitario è vario ed affascinante in tutte le sue diverse componenti e decidere da dove iniziare la mia avventura in un questo mondo non è stato semplice. Alla fine ho scelto di svolgere il mio stage all’interno di un centro media nel ruolo di media planner per cercare di vedere in modo completo le diverse dinamiche che caratterizzano questo settore. I primi due mesi sono stati certamente impegnativi e sfidanti. Da subito sono stata coinvolta nella gestione dei clienti di cui si occupa il team in cui sono stata inserita e la cosa che più mi piace è che in questo ambito ogni attività è complementare e prevede il confronto e il coinvolgimento di figure e team di differenti competenze, ma la cui collaborazione porta alla completezza di un progetto. Questo mi sta dando una visione a 360 gradi, permettendomi di crescere piano piano in questo ambiente e capire meglio le mie capacità e potenzialità.

Mattia Ierardi – Social Media Strategist

Durante l’ultimo mese di master ho avuto la possibilità di fare diversi colloqui in alcune agenzie per diverse posizioni lavorative, tuttavia sin dall’inizio del master avevo come obiettivo quello di entrare in una Unit strategica, possibilmente orientata verso i Social Media. Ho scelto quindi di entrare nella Unit strategica di MEC, nel nuovissimo Team Social nato solamente un anno fa. È un team atipico per un centro media: ci occupiamo infatti di content strategy, un’area che solitamente compete alle agenzie creative. Cosa facciamo di concreto quotidianamente? Gestiamo gli account social di numerosi clienti e il nostro lavoro consiste nell’elaborare una strategia creativa sui contenuti sviluppando per intero i piani editoriali, occupandoci sia della ideazione e creazione dei visual, sia della scrittura dei copy. Oltre alla parte di social media management, gestiamo anche numerosi progetti speciali, ossia consulenze strategiche di lungo periodo relative ai social media, Digital PR ed iniziative di unconventional marketing. Siamo spesso coinvolti anche in progetti di strategia media, per affiancare a questi anche un’attività social. È un lavoro molto stimolante per la mente, molto vario e che mi permette di vivere tutti gli aspetti strategici della comunicazione, sia dal punto di vista creativo che dal punto di vista media.

Arianna Regazzo – Media Planner

Durante il master, nella preparazione di diversi progetti, mi sono avvicinata con interesse all’ambito della strategia e pianificazione. Dopo aver affrontato diversi colloqui ho deciso di intraprendere questa esperienza in MEC nel ruolo di Media Planner. Fin dall’inizio ho potuto vedere come si sviluppa una pianificazione lato offline (tv, stampa, radio) ma non solo.

Ho la possibilità di interfacciarmi con diversi player quotidianamente, capire le loro necessità e sviluppare di conseguenza la migliore strategie e pianificazione. Lo stage mi sta dando la possibilità di completare la mia formazione dal punto di vista più tecnico, utilizzando i programmi e le risorse interne all’agenzia.

Penso che questa esperienza mi servirà molto dal punto di vista professionale dandomi le basi per orientarmi in questo mondo.

Laura Salamone – Digital Planner

Dopo 6 mesi di lezioni, il 3 maggio sono entrata in MEC nel ruolo di Digital Planner. Il mio lavoro non è solo pura pianificazione lato digital, ma è anche strategia e mediazione tra clienti e concessionarie.

Fin dai primi giorni il mio team mi ha dato modo di conoscere a pieno tutte le dinamiche riguardanti la pianificazione online. Ho infatti iniziato a conoscere i clienti, partecipare alle riunioni, decidere le strategie migliori da adottare, brieffare le concessionarie e iniziare così la pianificazione fino ad arrivare al monitoraggio delle campagne.

Tutto questo mi ha permesso di avere una visione a 360 gradi del mestiere che prevede una forte collaborazione con i diversi team e soprattutto mi sta dando l’opportunità di formarmi molto anche dal punto di visto tecnico.

In MEC, inoltre, credono molto nella crescita personale e collettiva delle persone e grazie a questo ho già avuto modo di partecipare a molti corsi di formazione.

 

 

Annunci