di Chiara Cazzaniga, Piera Anastasia Ramella, Ilaria Sgrò

Durante la plenaria della seconda giornata di IAB forum ha avuto modo di intervenire anche Federico Ciccone, Chief Marketing & Customer Experience Officer di Fastweb. L’intervento si apre con il tema sempre più attuale della realtà virtuale. Fastweb, come rete, è molto vicina ai nuovi trend per anticipare le opportunità future, e, per questo, a partire dal 2015 ha deciso di dedicarsi anche alla realtà virtuale iniziando a lavorare con le Frecce Tricolori con le quali hanno realizzato un video a 360 gradi dell’intero viaggio dal decollo all’atterraggio, visibile anche in 3D grazie agli appositi occhiali.

La realtà aumentata però, secondo Ciccone, utilizza le reti in modo differente e si ha quindi  bisogno di una banda larga, non solo da casa, ma anche da fuori, per poter vedere questi video. In questo campo Fastweb sta sperimentando; non solo tramite l’offerta di una banda larga ma anche con la creazione di un Wi-Fi condiviso disponibile per tutti gli utenti Fastweb. Il trend della realtà virtuale non è solo di intrattenimento ma anche di user generated content. L’utente infatti condivide con il suo network le sue esperienze tramite la realtà aumentata e Fastweb lo aiuta offrendogli una serie di servizi ottimali. Uno di questi è il WOW FI, strumento che permette a tutti i clienti di potersi collegare gratuitamente in Wi-Fi fuori casa grazie alla grande community di Fastweb. In questo modo si rende possibile la gestione di una maggiore quantità di dati.

Oltre al video delle Frecce Tricolori, Fastweb si è poi impegnata a realizzare un video della Color Run e uno riguardante la città di Trento, sempre a 360 gradi, questi video non sono quindi solo di intrattenimento ma anche di cultura e promozione del territorio e dunque permettono di fare comunicazione. Il video di Trento consente infatti agli utenti di effettuare una visita virtuale dei musei, delle strade e delle piazze della città creando dunque un connubio tra educazione e comunicazione ed ha inoltre permesso al brand di essere più presente sul territorio aumentando la propria reputation.

Tra i progetti futuri Ciccone annuncia che Fastweb si sta interessando, oltre ad aumentare la banda larga, a un programma che entro il 2020 permetterà di utilizzare un’architettura FTTH della fibra ottica che arriverà direttamente a casa dell’utente. In Fastweb hanno inoltre sviluppato un data center cloud e in tempi brevi cambieranno operatore, trasferendosi sulla rete Telecom Italia Mobile, per continuare ad offrire i migliori servizi ai propri clienti.

Annunci