di Leonardo Mottola e Lisa Marie Perna

In occasione dello Iab Forum 2016, OVH, leader europeo nel cloud, e Innpronta, agenzia di comunicazione che segue attività di digital marketing, hanno presentato i il caso di L’Oréal.

Attraverso un piano strategico costruito ad hoc su Facebook, L’Oréal Italia è riuscita a stimolare un forte engagement con il proprio target, comunicando la propria employer value proposition e dando così vita ad un interessante progetto, che ha portato ad un miglioramento quantitativo e qualitativo della ricezione di candidature da parte dei potenziali dipendenti.

L’Oréal è da sempre un’azienda innovativa, che cerca nuove opportunità proprio nel digitale ed è proprio in quest’ultimo in cui ha riposto le proprie energie per migliorare la visibilità del brand e la sua reputazione come ambito posto di lavoro sia tra i dipendenti interni all’azienda, sia per quanto riguarda l’audience esterna (studenti e futuri dipendenti).

oreal.jpg

Per fare ciò si è concentrata su dei programmi di reclutamento che avevano un micro-target ben specifico: i neo laureati di alcuni fra i principali atenei milanesi, romani e napoletani. Ai candidati ideali è stato richiesto un punteggio di laurea maggiore o uguale a 105, un programma Erasmus e almeno un progetto extra-curriculare; agli stessi è stato successivamente richiesto di lavorare ad una case history di L’Oréal .

 

I dipendenti stessi dell’azienda hanno aiutato a trasmettere i valori interni del brand per comunicarli ai neolaureati, e lo hanno fatto tramite un video viralizzato su Facebook, che ha raggiunto proprio il target d’interesse.

In tre settimane sono pervenute oltre 740 candidature, e, di questi potenziali dipendenti, Loreal ha assunto effettivamente 15 nuovi talenti, che, fin dal primo giorno lavorativo, hanno raccontato le proprie emozioni in L’Oréal.

Il progetto è stato fondamentale anche dal lato corporate, in quanto, spostandosi sul digital, ha ingaggiato anche persone competenti proprio in questo settore.

Tra i risultati raggiunti dall’azienda, anche un notevole incrementato del proprio fatturato, soprattutto quello in ambito digital.

L’Oréal ha poi deciso di posizionarsi come osservatore, andando a toccare le tematiche e le esigenze dei giovani talenti italiani, desiderosi di mettere in connessione il contesto universitario con il mondo del lavoro. In Italia questa connessione oggi rappresenta ancora un importante gap, soprattutto se equiparata ai Paesi vicini, dove istruzione e contesto lavorativo sono molto più in sinergia e da molto più tempo.

 

 

Annunci