di Giulia Benvenuti e Enrico Coco

Nella prima giornata di IAB Forum, abbiamo avuto l’occasione di partecipare a un workshop sul ruolo delle digital PR e il caso specifico di Talkwalker, piattaforma di social media monitoring. Intervento tenuto da Karolina Kopytkiewicz, marketing manager di Talkwalker e Enzo Rimedio, digital PR e communication manager.

La case history è basata sull’analisi della comunicazione del programma Miss Italia affidata a Talkwalker, il cui obiettivo era quello di creare una Miss Italia più social, incrementare gli ascolti tv, la base dei follower digitali e di fornire visibilità agli sponsor.

talkwalker

Per fare questo si è iniziato innanzi tutto ad ascoltare il pubblico che seguiva Miss Italia, ritendendo che la comunicazione non parte dalla bocca di chi parla ma dall’orecchio di chi ascolta. La strategia di digital PR è quindi iniziata controllando i canali che Miss Italia usava, è stato inoltre messo in pratica un piano di advocacy che includeva 220 account ed è stato creato l’hashtag ufficiale #missitaliahistory; questo ha portato a decretare le Miss più attive sui social e a stabilire l’engagement attraverso un monitoraggio territoriale, con la Lombardia in cima alla classifica.

In secondo luogo, sono stati presi in considerazione i media partner, in questo caso La7 e RDS. Di conseguenza, attivando una correlazione tra Miss Italia e La7 nella giornata della finale dell’evento, si è registrata una buona attività sui social alle 8 di mattina, che è salita alle 11 fino a raggiungere il picco alle ore 13, in coincidenza con il momento delle grandi star e della conferenza live, registrando gli stessi picchi anche su social come Instagram.

Inoltre, sono stati ingaggiati alcuni top influencer con il ruolo di giuria in fase finale dell’evento come i Pantellas, Gordon, Giulia Valentina per far si che i loro seguaci, un target di ragazze giovani, seguissero la finale. Così è stato, ed è verificabile grazie a post pubblicati dagli influencer, che hanno generato engagement e grazie alla correlazione di post pubblicati dagli utenti. La strategia vincente in questo caso ha permesso di utilizzare influencer giusti per il target da raggiungere, in modo tale da arrivare in modo organico al proprio pubblico.

In fase finale, sono stati monitorati in particolare gli account delle 30 finaliste di Miss Italia, con conseguente controllo di engagement del pubblico. Infine è importante sottolineare che l’account ufficiale della Miss Italia vincitrice dell’anno scorso ha registrato +37 mila follower nel momento in cui è stata eletta.

Alla fine del programma la strategia di digital PR messa in pratica ha portato risultati positivi in TV con un +10% di ascolti e su tutti i social network, tra cui +47% su Instagram e +18% su Twitter, con un totale di 2 milioni di interazioni degli utenti sui social; prova dell’obiettivo di rendere l’evento più social raggiunto.

Il marketing manager Karolina conclude affermando che su Instagram vengono pubblicate circa 3.600 foto al secondo ed è quindi fondamentale sapere come il proprio brand venga ingaggiato sui social network. Per questo si parla non solo di mention da parte degli utenti ma anche di sentiment analysis, aspetto che interessa tutti ed è basato su come viene percepito il nostro brand agli occhi del consumatore. L’analisi sentimentale si controlla attraverso le parole ma anche attraverso le emoji, permettendo di capire qual è il sentimento del pubblico legato al proprio brand e conoscere allo stesso tempo i punti di forza delle campagne.

Annunci